Trasloco: fallo a suon di musica e non ti stresserai

Il trasloco, questo difficile momento della vita che, prima o poi, dobbiamo affrontare tutti. Spesso, solo il pensiero, causa stress, paranoie confusione, ma basta qualche piccola attenzione per affrontarlo in assoluta serenità.

Come organizzare un trasloco?

Per organizzare bene un trasloco, la prima cosa da fare, ovviamente, è definire date e tempi. In questo caso, la soluzione migliore, è sempre il buon vecchio caro blocco notes abbinato alla penna che ci aiuteranno a stilare una scaletta delle varie operazioni da eseguire. I primi oggetti ad essere imballati saranno sicuramente le cose che non si utilizzano quotidianamente, come i soprammobili. Stilare la scaletta è facile, basta andare dalle cose meno utilizzate e finire con quelle più utili. Per fare tutto questo fatevi aiutare dalla musica che preferite. Scegliete il cantante o musicista che più vi piacciono e abbinate ad ogni azione un brano. In questo modo compirete le varie operazioni con la mente rapita dalle note e il lavoro si trasformerà in qualcosa di pesante fisicamente, ma non stressante mentalmente. Scandire le azioni di un trasloco a tempo di musica, inoltre, aiuta a conferire un maggior ordine nelle mansioni che svolgete. Se vi scrivete i brani, quando dovrete rimettere a posto tutto, vi basterà riascoltare quel brano musicale per ritornare al momento in cui avete inscatolato tutto e ricordarvi perfettamente dove avete metto le cose.

Perché è importante individuare il prima possibile l’agenzia traslochi?

Se vi rivolgete a www.impresatraslochimilano.it, ad esempio, avrete tutte le informazioni necessarie ad eseguire il trasloco nel migliore dei modi. Inoltre, se non li avete già a disposizione, possono fornirvi i cartoni per trasloco dove imballare tutte le vostre cose. Inoltre potrete contattare l’azienda traslochi per farvi fare un preventivo. Molti, infatti, chiedono qual è il costo trasloco? Non si può dare una risposta a questa domanda in modo generico, ma si può fare solo dopo aver effettuato un sopralluogo poiché si devono valutare diverse informazioni:

  • A che piano si trovano i mobili;
  • A quale piano devono essere portati;
  • Si può montare l’elevatore?
  • C’è l’ascensore o solo le scale?
  • La piattaforma, in caso, si può montare in uno spazio interno oppure va posizionata su un’area di passaggio e si deve chiedere un permesso comunale per occupazione suolo pubblico?
  • C’è solo il trasporto oppure anche montaggio e smontaggio?
  • Quanti camion traslochi servono?
  • Quanti km ci sono tra vecchia abitazione e nuova destinazione?
  • Desiderate un trasloco chiavi in mano?
  • Serve il deposito?

Come vedete le varianti sono tante, quindi la cosa migliore da fare è chiedere un preventivo dettagliato.

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *