Oro e musica: un’accoppiata vincente

Forse i soldi non fanno la felicità, ma sicuramente, in alcuni casi, danno la possibilità di entrare in possesso di qualcosa di inestimabile come un manoscritto di Sergei Rachmaninov, autografo.

La musica vale oro e l’oro vale musica

Potrebbe sembrare in gioco di parole, ma non lo è. A volte abbiamo dell’oro che non ci interessa più che teniamo chiuso in un cassetto per paura che ce lo rubino, ma non sappiamo cosa farci. Meglio andare  da oro compro a Roma e venderlo. Con il capitale realizzato ci si può acquistare qualcosa che vale veramente oro, magari seguendo un’asta, come è successo in questo caso.

Presso la casa d’aste Sotheby’s è stato messo all’asta un documento unico. Secondo Simon Maguire, esperto di manoscritti musicali, è “l’unico manoscritto della Sinfonia numero 2 di Rachmaninov, la Sinfonia più importante del pianista. I manoscritti dei compositori sono molto rari. Questo è lungo 320 pagine”. Valore dell’incanto? Circa un milione, un milione e mezzo di euro. Se la valutazione iniziale verrà confermata, il compositore russo eguaglierebbe un Robert Shumann. La sua “partitura autografa della Sinfonia n. 2 in Do maggiore, Opera 61”, nel 1944 fu battuta all’asta per 1.480.000 sterline!

La Sinfonia numero 2 in Mi minore, Opera 27 di Rachmaninov, fu scritta a Dresda ed è considerata la sua opera più rilevante e segue la tradizione di un altro grande compositore russo, Tchaikovsky, utilizzando una “sontuosa orchestrazione romantica”.

Questo manoscritto si pensava fosse andato perso prima dell’esecuzione del 1908 a San Pietroburgo. Fu riscoperto nel 2004, quasi dopo un secolo tra i beni di un collezionista privato. Tale documento rappresenta l’unico testo che illustra la nascita del celebre brano poiché non esistono stesure precedenti o bozze e contiene una vasta gamma di materiale inedito.

Per pura curiosità: il manoscritto che ha spuntato il prezzo più alto è stata la raccolta di 9 sinfonie di Mozart pagate 4,3 milioni di dollari!

 

 

 

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *