Il derby di Roma ai giallorossi

Nello scenario insolito a cui ormai dobbiamo fare l’abitudine delle ore 15:00 che da anni regala l’appuntamento del derby di Roma anziché di quello che era l’appuntamento serale delle 20:45 o 20:30, allo stadio Olimpico di Roma si è svolto il match tra Roma e Lazio, derby carico di aspettative per entrambe le compagini capitoline, arrivate all’appuntamento in diversa forma psicofisica con un solo obiettivo: quello di vincere il prestigio del derby e 3 punti d’oro in un campionato di A, disponibile a www.lsbetbonus.com, per confermarsi tra le prime 4 grandi del torneo italiano. Il clima è stato da match importante, con un Olimpico stracolmo di supporters. Alla fine il risultato ha visto imporsi gli uomini di Di Francesco per 3 reti a 1 in un match tra alti e bassi dove non sono mancate le firme dei giocatori simbolo delle squadre della capitale. Record personale per Kolarov giocatore ad andare a segno nel derby sia con i giallorossi che con i biancocelesti, prima di lui solo Arne Selmossono aveva segnato in un derby con entrambe le casacche, ma per questo bisogna tornare ai derby di fine anni 50, il 30 novembre del 1958.

Il match

Quella di Kolarov è la rete del momentaneo 2 a 1 dei giallorossi, avvenuta al minuto 71, a metà secondo tempo. Il match si apre con la rete di Lorenzo Pellegrini nello scadere del primo tempo. Pellegrini è l’uomo derby che porta i giallorossi al trionfo in una personale giornata di gloria, forma fisica e psichica ritrovate, onnipresenza sul campo, segnatura e assist ne identificano l’uomo più forte della partita. In queste condizioni sarà difficile per Pastore riprendersi il posto da titolare nell’eterna sfida del ruolo proprio con Pellegrini. I primi 45 minuti, prima del goal di Pellegrino, sono fasi del match di pieno studio e timore, andare in svantaggio è l’ultima cosa che entrambe le squadre desiderano. Dopo il goal di Pellegrini a rimettere la partita in parità ci pensa il solito Ciro Immobile al minuto 67 ma pochi minuti dopo proprio Pellegrini riporta in vantaggio i giallorossi, prima di completare l’opera con un assist su punizione pennellato sulla testa di Federico Fazio al minuto 86 che dice Roma 3 Lazio 1. Tre punti d’oro per la Roma che in vista Champions escono dalla crisi di risultati dei turni precedenti, dopo l’altra prova eccellente contro il Frosinone. I biancocelesti non hanno da recriminare ma solidi, continueranno a far bene anche questa stagione, il derby di andata però è sponda giallorossa.

 

 

 

Autore dell'articolo: admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *